venerdì 8 ottobre 2010

“Per caso o per amore”


Dal 12 al 31 ottobre 2010

“Per caso o per amore”

Un’impossibile storia d’amore in una commedia appassionata e divertente

scritta e diretta da Benedetta Buccellato

con Marco Cavallaro e Cristina Odasso
Debutta al Teatro de’ Servi da martedì 12 ottobre, “Per caso o per amore”, commedia scritta e diretta da Benedetta Buccellato e che vede protagonisti per la prima volta insieme su questo palco Marco Cavallaro e Cristina Odasso.

Nello spettacolo, in scena fino al 31 ottobre, si intrecceranno le vite di un giovane italiano senza sogni, una cecena trentenne dalle troppe identità, una banda di balordi serbi, una mamma rampante, un padre esule politico, una nonna partigiana. Suspence, comicità, ma anche commozione, in una commedia che vuole raccontare i nostri giorni in maniera divertente ma non disimpegnata.
Palli – interpretato da Marco Cavallaro - ha 30 anni, è un agente immobiliare con laurea in Fisica: una vita fin troppo normale, una grande capacità di adeguarsi, il rischio di diventare invisibile. E’ il campione della cultura del disimpegno, di una normalità fatta di precarietà e di sogni abbordabili. Di una generazione liquida, maestra nel disconnettersi. Zara – sulla scena interpretata da Cristina Odasso -, al contrario, è una trentenne cecena, bella e misteriosa, dal passato tragico e con un presente di clandestinità.
Due vite opposte che s’incontrano casualmente in una notte romana di fine estate. E dall’incontro nasce, in entrambi, il desiderio di cambiare il proprio destino, di riacciuffare un’identità negata. Nonostante le minacce di una banda di balordi e le difficoltà di una fuga. Attraverso una webcam, i giovani video-telefonano ai componenti della scassatissima famiglia di Palli: la madre rampante e pluriconiugata, il padre sessantottino, rifugiato politico a Parigi mai ricercato dalla polizia, la nonna emiliana, partigiana fino in fondo.

Teatro de' Servi - Via del Mortaro, 22 (Via del Tritone) - Info: 06.6795130 www.teatroservi.itPrezzi dei biglietti: Platea Intero € 20 - Ridotto € 16 / Galleria Intero €17 – Ridotto € 14

Spettacoli dal martedì al venerdì ore 21 - Sabato ore 17.30 - 21.00 - Domenica 17.30 – Lunedì riposo


Buona serata . . . Signor Vianello!


"NEL BLU DIPINTO DI BLU…storia di un sogno!"


Mercoledì 13 ottobre ’10 alle ore 21,00 al Salone Margherita di Roma debutterà lo spettacolo: “Nel blu dipinto di blu…storia di un sogno”per la regia di Claudio Insegno. In scena Diego Sanchez, Roberta Giarrusso, Justine Mattera, Lucio Caizzi e Antonio De Rosa.


Una compagnia teatrale è chiamata a montare uno spettacolo tutti gli attori vengono convocati in teatro dalla produttrice Ludovica De Carolis (Roberta Giarrusso) per il primo incontro con il regista e con l’autore.Il regista Vittorio Accardi (Antonio De Rosa) è il migliore che si trovi sulla piazza.Si apre il sipario sulle note di ‘’Volare’’ proprio mentre le ballerine, provano il balletto che viene interrotto da un trambusto e da voci provenienti dalla platea. E’ Vittorio che si lamenta con la produttrice di Filiberto Fonderico, l’autore, che non gli ha dato ancora il copione. Ludovica lo rassicura, dicendogli che Filiberto sta per raggiungerli e che porterà il copione completo. Dalla sala, passando per il corridoio, raggiungono il palcoscenico gli attori convocati; chi si incontra dopo tanto tempo, chi si odia e fa finta di amarsi e stimarsi, chi, come Diego (Diego Sanchez), attore - cantante e autore in erba, e Giada (Justine Matera), attrice, si incontrano per la prima volta dopo una lunga storia d’amore finita male.Diego è libero, Giada è nel pieno di una storia con Vittorio, il regista. Tutti aspettano Filiberto che tarda... finché una sua telefonata annuncerà che il copione non c’è. Ha una crisi di creatività causata dalla perdita del suo amore che lo ha tradito e abbandonato. Gli attori e il regista sono tutti disorientati. Come si fa se non c’è un copione? Diego vede in questo episodio il treno che non deve perdere come autore, anche per non allontanarsi da Giada, che ama ancora. Fermando tutti, si impegna a scrivere lui stesso lo spettacolo... di notte scriverà e di giorno si proverà... La produttrice la trova una buona idea, anzi l'unica buona per mettere su lo spettacolo. Vittorio convinto da Giada accetta. Tra le canzoni del grande Domenico Modugno, aneddoti e ricordi... lo spettacolo si farà?

"NEL BLU DIPINTO DI BLU…storia di un sogno!"

SALONE MARGHERITA - VIA DUE MACELLI 75, ROMA
TEL. 06 6798269 – 06 6791439

da mercoledì 13ottobre 2010 a domenica 31 ottobre 2010 alle ore 21,00
da martedì a sabato: ore 21,00; domenica: ore 18,00 – lunedì riposo

Donne d’amore

Donne d’amore - Rassegna di monologhi al femminile
a cura di Virginia Barrett e Carlangelo Scillamà

Lunedì 11 ottobre 2010 alle ore 21,00 al Teatro Ghione di Roma verrà inaugurata la II Edizione di “Donne d’Amore” - Rassegna di monologhi al femminile, che proseguirà dal 13 al 24 ottobre 2010 nella Sala Teatro Planet di Roma diretta da Caterina Costantini.

La Rassegna è stata realizzata con il fondo assistenza e previdenza dei pittori e scultori,musicisti, scrittori ed autori drammatici dell’ENPALS , il patrocinio e sostegno del Comune di Roma – Assessorato alle Politiche Culturali e della Comunicazione, la collaborazione della FALCRI SGSS e il patrocinio della Camera dei Deputati e della Regione Lazio.

Nel corso della serata inaugurale ci sarà la presentazione degli autori che hanno curato l’organizzazione della rassegna : Virginia Barrett e Carlangelo Scillamà (membri della Commissione Autori drammatici dell’ENAP, ente attualmente assorbito dall’ENPALS)e Caterina Costantini, direttrice del Teatro Planet, con i monologhi :

“Perdona e accogli la vita!”, scritto e diretto da Virginia Barrett, interpretato da Patrizia Longo, monologo ispirato alla storia vera di Suor Lucj Vetruse, suora bosniaca violentata dai serbi durante l’efferata guerra che coinvolse i territori dell’ex Jugoslavia .

“Avete mai udito il pianto di una madre?”, scritto e diretto da Virginia Barrett, interpretato da Alma Manera. Il dolore di una madre serba, simbolo delle madri di tutto il mondo, per la perdita del figliolo militare morto durante il conflitto dell’Ex Jugoslavia.

“Un eroe”, di Carlangelo Scillamà, diretto da G. Tozzi e interpretato da Monica Menchi. Una donna, rimasta vedova del marito morto in guerra, rivive dolcemente la presenza dell’uomo che amava in ogni cosa che compie.

“Così era Rosetta mia …” scritto, diretto e interpretato da Caterina Costantini, ispirato ad una storia realmente accaduta durante la Seconda Guerra Mondiale.

All’evento di inaugurazione interverranno Elena Doni, giornalista e scrittrice, il Magistrato Italo Ormanni, Presidente del Dipartimento per gli Affari di Giustizia, Alma Manera in veste di attrice e cantante, Maria Cristina Blu, attrice e conduttrice televisiva che leggerà il Manifesto di Hillary Clinton sui Diritti delle Donne in un adattamento teatrale di Elena Doni.

L’obiettivo della Rassegna è quello di promuovere la nuova drammaturgia femminile, con uno staff composto in gran parte da donne: autrici, regista, aiuto regista, scenografa, costumista, musicista, fotografa di scena, addetto stampa.

Le autrici che metteranno in scena i propri monologhi a partire dal 13 ottobre sono:

Anna Cantagallo: “Libro nero”con Carlotta Mancini e Benedetta Dimaggio regia di Teresa Cordaro.

Antonella Pagano : “Percorrimi” con Rossana Bellizzi regia di Carlangelo Scillamà

Liliana Paganini : “Il problema” con Cristina Fondi regia di Gabriele Tozzi

Lilli Maria Trizio: “Parto trasversale” con Giovanna Famulari regia di Virginia Barrett

Lucia Lasciarrea :“Famiglia naturale”con Chiara Mastroiacovo regia di Caterina Costantini

Luciana Luppi :“Attrice per un giorno”con Beatrice Messa regia di Carlangelo Scillamà

Luisa Sanfilippo: “S-MEMORIE”diretto e interpretato da Luisa Sanfilippo allestimento di Vincenzo Sanfilippo

Patrizia Monaco: “È tutto vero, ma non è la verità” con Antonella Britti, regia di Virginia Barrett

Patrizia Parisi:” L’interrogatorio” con Fatima Ali, Gabriele Granito e Diego Pianese, regia Caterina Costantini

Pilar Castel “Dulcamara, la strega”diretto e interpretato da Pilar Castel

Veruska Proshina” In apnea “ diretto e interpretato da Veruska Proshina

Giovanna Barbero” I soliti curiosi” con M. Grazia Bordone e Angela Bulzomì, regia di Virginia Barrett e Carlangelo Scillamà.


Autrici ospiti :

Rossella Or :“Lei ” diretto e interpretato da Rossella Or

Sara Calanna “ Multiproprietà “ con Rita Pasqualoni, Rossana Bellizzi, Elisa Faggioni regia di Sara Calanna

Anche quest’anno, la Rassegna, il cui ingresso è libero e gratuito, avrà un risvolto benefico : verranno raccolti fondi per un progetto tutto al femminile:

A.C.S. Italy sostiene le donne in Bosnia Herzegovina, in Palestina e nella Repubblica Democratica del Congo attraverso progetti rurali, formazione e microcredito. Microcredito e costituzione di cooperative agricole e associazioni di villaggio si sono dimostrati strumenti fondamentali per la promozione del ruolo della donna nel contesto rurale ed il sostegno delle attività economiche.

Bosnia Erzegovina “Progetto Lamponi di pace”

Bratunac è un piccolo comune vicino a Srebrenica, città che è stata teatro di violentissimi scontri tra musulmani e serbi dal '92 al '95, culminati nel massacro dell'11 luglio '95, quando le milizie serbo bosniache si impadronirono di Srebrenica uccidendo tutti i maschi di età compresa tra i 14 e i 60 anni. A partire dal 2002, ACS ha avviato un programma di ricostruzione del tessuto sociale e dell'economia locale insieme alle donne di Bratunac per riattivare l'economia rurale su base sostenibile attraverso la costituzione di un sistema micro-economico basato sulla coltivazione di piccoli frutti (lamponi e fragole).

La "Cooperativa Insieme", costituita per la maggioranza da donne serbe e bosniache, ha creato, nel villaggio di Bratunac, un vivaio all’aperto di piantine di lamponi, fragole e mirtilli ed un vivaio in serra. Sono stati effettuati corsi di formazione in Italia per i tecnici della cooperativa e corsi in loco per i soci, è stato acquistato un furgone, è stato costruito un impianto di surgelazione con capacità di stoccaggio e un laboratorio per la produzione di marmellata.

Le attività del progetto sono state indirizzate principalmente ai soggetti più svantaggiati e vulnerabili di Bratunac, come le donne sole e anziane, le donne capofamiglia, le famiglie con numerosi bambini, le famiglie con il capofamiglia disoccupato, senza alcun riguardo all'appartenenza religiosa o “etnica”. Gli interventi sono stati diretti al miglioramento delle condizioni di vita, tanto dei beneficiari quanto dell’intera comunità, grazie alla riattivazione generale dell’economia. Il progetto favorisce la convivenza tra le comunità bosniaca e serba ed ha permesso di riavviare il dialogo tra i diversi gruppi etnici.

Quest’anno i fondi raccolti saranno devoluti ad un nuovo progetto dal titolo: Una nuova sfida in Bosnia: “Hair Styling”. Sono passati 16 anni dalla fine della guerra ma le ferite non sono ancora rimarginate. Gli anni della guerra civile hanno provocato la distruzione delle infrastrutture e l’arresto delle principali attività produttive. Il settore industriale è stato dimezzato e la capacità produttiva è oggi un decimo di quella precedente. Purtroppo, ancora molti giovani, specialmente giovani donne delle aree rurali, lasciano prematuramente la loro istruzione e troppo tardi scoprono di essere impreparate per il mercato dell'occupazione. ACS lavora per contribuire a fornire una rete di sicurezza alle figlie delle famiglie di profughi rientrate dopo la guerra. Progettazione ed esecuzione di corsi di formazione professionale sono un passo concreto verso questa direzione. “ Hair Styling ” è un corso di formazione professionale, organizzato da ACS e dalle associazioni di donne in Bosnia (Forum Žena, Jadar, Maya), per giovani donne serbe e bosniache di età compresa tra i 18 e i 25 anni. La formazione si propone di preparare le ragazze dei villaggi di Kravica e Konjević Polje ed aiutarle ad entrare nel modo del lavoro.

Manifestazione realizzata con il sostegno del Comune di Roma - Assessorato alle Politiche Culturali e della Comunicazione, e con il Fondo assistenza e previdenza dei pittori e scultori, musicisti, scrittori ed autori drammatici presso ENPALS - Ente Nazionale di Previdenza e di Assistenza per i lavoratori dello Spettacolo e dello Sport.


Donne d’amore
Rassegna di monologhi al femminile
11 ottobre 2010 Serata inaugurale ore 21,00
Teatro Ghione -Via delle Fornaci, 37 00165 Roma
Dal 13 al 24 ottobre 2010 - ore 21,00 / domenica ore 18,00
Lunedì 18 ottobre 2010 e martedì 19 ottobre riposoSala Teatro Planet - Via Crema, 14 00182 Roma

Una serata con Will and Grace



Ritorna a Roma l’esilarante spettacolo “Una serata con Will and Grace” per la regia di Claudio Insegno, una produzione “Attori Animati”, debutterà mercoledì 28 settembre ’10 alle ore 21,00 al teatro Salone Margherita di Roma.

La pièce, si ispira ai protagonisti di una delle sit-com più seguite e premiate del mondo.

In scena accanto a Claudio Insegno, Francesco Arienzo, Teresa Battaglia, Matteo Bocciarelli, Sara Greco, Carlo Pavan, Veronica Pinelli, Marco Stabile.

Dopo il grosso successo riscosso negli Stati Uniti dalla famosissima serie televisiva dal titolo “ Will & Grace”, finalmente approda in Italia la versione teatrale grazie all’adattamento di Claudio Insegno che ne ha curato anche la regia e di Matteo Bocciarelli.

Come sul piccolo schermo, le vicende di “Will & Grace” hanno appassionato il grande pubblico televisivo, così sul palco del Salone Margherita sarà possibile lasciarsi travolgere dalle piccole avventure e disavventure quotidiane di Will and Grace, coinquilini in un elegante appartamento di Manhattan.

Will è un avvocato in carriera. Grace una brillante decoratrice di interni. Sarà amore? Impossibile: lui è gay, lei è in cerca dell'uomo della vita.

Accanto ai due onnipresenti amici: Karen, sofisticata assistente di Grace, e Jack, irriverente amico gay di Will, Rosario cameriera Venezuelana di Karen è l'unica a poterle tenere testa, e Lerry e Joe coppia di amici ormai consolidata che mostrerà l'ennesimo aspetto di questa natura.

A complicare il tutto, l’incursione del capo di Will, Mr. Stein, un pazzo e bizzarro datore di lavoro interpretato dallo stesso CLAUDIO INSEGNO.

Tra malintesi, gag, battute e doppi sensi, si parla un po' di tutto: amore, amicizia, lavoro, omosessualità e altro ancora... lasciandovi senza fiato dalle risate!

Il tema di “Will & Grace” è di Jonathan Wolff.

Una serata con Will and Grace
SALONE MARGHERITA – VIA DUE MACELLI 75, ROMA TEL. 06 6798269 – 06 6791439
da martedì 28 settembre 2010 a domenica 10 ottobre 2010 alle ore 21,00
da martedì a sabato: ore 21,00; domenica: ore 18,00 – lunedì riposo

Omaggio a Leonard Bernstein.


Il prossimo 12 Ottobre 2010 la Città di Roma renderà omaggio ad uno dei più grandi musicisti del Novecento, Leonard Bernstein.
Geniale compositore, travolgente direttore d'orchestra, brillante pianista ed appassionato didatta, Leonard Bernstein è stato protagonista di storici concerti proprio a Roma, presso l'Auditorium di Via della Conciliazione, quando negli anni Ottanta fu creata proprio per lui da Francesco Siciliani la carica di presidente onorario dell'Accademia Nazionale di Santa Cecilia.
Un omaggio ideato e condotto da regista e scenografo Enrico Castiglione che si svolgerà per tutto l'arco della giornata, a vent'anni esatti dalla scomparsa del grande musicista americano (morto a New York il 14 Ottobre 1990), che darà vita ad una vera e propria Maratona Bernstein organizzata dalla Fondazione Festival Euro Mediterraneo con il supporto dell'Assessorato alle Politiche Culturali e della Comunicazione di Roma Capitale, in collaborazione con il Ministero per i Beni e le Attività Culturali, la RAI, Musicalia, Pan Dream e numerose istituzioni internazionali.
Enrico Castiglione, al quale oltre alla messa in scena proprio in Italia di capolavori come l'opera comica Candide o della controversa Mass, si deve il celebre volume di conversazioni realizzato proprio con Lenny Bernstein nel 1989 presso l'Auditorium di Via della Conciliazione intitolato Una vita per la musica (tradotto ad oggi in dodici lingue e considerato il suo testamento artistico), ha ideato un originale viaggio per immagini, proiezioni ed ascolti che racconterà lo straordinario percorso artistico del compositore di West Side Story, definito "il Mozart del Novecento" da Zubin Mehta, ma anche dell'irresistibile interprete definito da Igor Stravinskij "il più entusiasmante direttore d'orchestra del mondo".
Una vera e propria kermesse che offrirà una ricchissima serie di appuntamenti, con dibattiti, proiezioni, esibizioni musicali, ascolti, uniti ad incontri con importanti conoscitori dell’opera di Bernstein, accolti da Enrico Castiglione, il quale parlerà della sua personale esperienza, umana e professionale, accanto a Leonard Bernestein.
Tutto il percorso artistico e di vita del grande maestro verrà inoltre documentato dalla bellissima mostra fotografica "Bernstein, una vita per la musica" , un viaggio tra i momenti fondamentali nella vita e nella carriera di un musicista che ha segnato il Novecento, e che ha lasciato proprio a Roma un ricordo indelebile in tutti gli amanti della musica.
Oltre ad esporre foto tra le più rare, tra cui quelle con Glenn Gould e Maria Callas, la Maratona Bernstein offrirà anche proiezioni di rara visione, come un filmato che vede Leonard Bernstein dirigere Louis Armstrong, la proiezione integrale di Mass registrata nel 2000 presso la Sala Nervi in Vaticano e trasmessa in mondovisione con la regia di Enrico Castiglione e un eccezionale cast di sedici star del teatro musicale di Broadway, del Candide registrato nel 2003 presso il Teatro Argentina di Roma con Michael Sluttery, Nacy Allen Lundy, Rosalind Elias e Roberth Orth, così come la Nona di Beethoven diretta da Bernstein nel 1989 a Berlino in occasione della caduta del muro.
Gli incontri con il pubblico e i dibattiti affronteranno quello che lo stesso Enrico Castiglione ha definito "uno straordinario interprete creativo", con interventi ed ospiti a sorpresa, spaziando dalla dimensione dell'interprete a quella de compositore di West Side Story, senza dimenticare l'importanza della musica scritta su argomenti e tematiche religiose di ispirazione ebraica come la Sinfonia n. 3 "Kaddish".

INFO

Per accedere alla manifestazione è previsto un biglietto economico di 5,00 Euro (valido per l’intera giornata, per ogni biglietto acquistato verrà inoltre regalata un'edizione speciale del volume di conversazioni di Leonard Bernstein/EnricoCastiglione, Una vita per la musica) in vendita presso la rete di prevendita http://www.greenticket.it/ e sul sito http://www.festivaleuromediterraneo.eu/